• Mar. Set 28th, 2021

Chi siamo

Riccardo Latini, Professore di Geografia in un liceo dell’hinterland milanese, amante della montagna, da sempre ha unito la professione con la ricerca sul territorio.

Dopo anni di escursioni “verticali” da circa venti anni si è appassionato ai “sentieri orizzontali”.

In Spagna ha percorso, anche più volte, tutti i più e meno noti Cammini che conducono a Santiago di Compostela, compresa l’attraversata da costa a costa (sud-nord), da Valencia a Santiago di Compostela e Finisterre-Muxia, collegando tre Cammini.

In Francia ha percorso:
La Via Domitia
La Via de la Costa Francese per Arles
La Via Tolosana
La Via di Tours da Parigi
La Via di Vezeley
La Via di Le Puy en Veley

In Germania ha percorso:
La Via Romea Germanica da Stade (Amburgo – Germania).

La Via Francigena da Canterbury al Passo del Gran San Bernardo – il percorso storico ricostruito di Sigerico attraverso Inghilterra, Francia e Svizzera.

I Cammini italiani, di cui alcuni tratti ripetuti più volte:
Cammino di San Francesco: da La Verna a Poggio Bustone;
Cammino dell’Angelo: da Poggio Bustone a Monte Sant’Angelo;
Cammino di Sant’Agostino da Milano per la Brianza e da Milano a Genova.

La Via Francigena dal Passo del Gran San Bernardo a Roma – il percorso storico ricostruito di SIgerico.

La Via Francigena de la Costa Ligure.

La Via Romea Germanica dal Brennero.

Per un totale di circa 20.000 km. Ha smesso di contarli dopo i primi 3.000, perché il suo vagabondare adulto non è la somma dei km percorsi ma il piacere di precorrerli.
Ha quasi sempre avuto con se la bicicletta, che da qualche anno è diventata una mini bicicletta, senza rinunciare a camminare per centinaia di chilometri spingendola, infatti si considera un “falso ciclista”.

Autore di articoli e di un paio di opere in ambito geografico-didattico e articoli sui Cammini di Santiago.

E’ anche autore di tre Guide sui Cammini di Santiago in Spagna, per 7 Cammini descritti:

– Guida al Cammino Francese, Aragonese e Finisterra-Muxia in bicicletta, Terredimezzo, Milano, giunto alla V ed.;

– Guida al Cammino de la Costa, del Cammino Primitivo e Cammino di Finisterre-Muxia a piedi e in bicicletta, Ed. ACG, Gessate-Mi;

– Guida a la Via de la Plata e Cammino Sanabrese a piedi e in bicicletta, Terredimezzo, Milano, giunto alla IV ed.

Inoltre è autore:
– Guida a la Via Francigena da Canterbury alle Alpi. 1000 km sulle orme di Sigerico, Terredimezzo, Milano.

La prima ed ancora l’unica Guida da Canterbury al Passo del Gran San Bernardo in lingua italiana.

– Guida a la Via Francigena in Valle d’Aosta e Piemonte, Terredimezzo, Milano.

Dal Passo del Gran San Bernardo a Vercelli, dove la Via Francigena si incontra con il tratto della Via Francigena per il Monginevro.

 

– Guida Lungo le Antiche Vie. In Trentino-Alto Adige, Veneto e Emilia Romagna. 430 km in 17 tappe dal Brennero a Ferrara. Itinera, 2017.

– Guida La Via di Le Puy en Velay. Itinera, 2018.
La prima, ed ancora l’unica, Guida italiana del più frequentato Cammino Jacopeo Francese: da Le Puy a Saint Jean Pied de Port.

– Requiem del Pellegrino. Incontri e silenzi lungo i Cammini d’Europa. Itinera 2017. Raccolta di estratti dei miei diari di Cammini.

– Pensieri in Cammino, Itinera, 2020. Piccola raccolta di pensieri e poesie estratte dai diari dei miei Cammini.

E’ autore anche della prima descrizione del percorso in bicicletta delle Guide:
Cammino di San Francesco (fino all’edizione del 2019):
Angela Seracchioli, Di qui passò Francesco. 350 km da L’Eremo di La Verna a Poggio Bustone, Terredimezzo, Milano;

Cammino dell’Angelo:
Angela Seracchioli, Con le ali ai piedi. 500 km da Poggio Bustone a Monte Sant’Angelo, Terredimezzo, Milano.

Studioso di antichi percorsi e di pellegrinaggio, possiede oltre quattrocento libri e saggi sui Cammini di Santiago, la Via Francigena, ecc. ed un vasto archivio sul Pellegrinaggio e Cammini di antica fede.

E’ volontario d’ambulanza da tempo immemore e ha insegnato come docente volontario per oltre un quindicennio presso l’A.C.U. di Brugherio (MB).

Riccardo Latini si definisce un appassionato dei Cammini di antica fede riscoperti:

Io sono e rimango un camminatore. La bicicletta negli anni è diventata la protesi che mi stacca dal suolo solamente per permettermi di percorre un Cammino storico in un tempo di poco più breve di un camminante.

Sono un ciclista atipico, in sostanza sono un falso ciclista. Appena posso scendo dalla bicicletta e cammino, non solo per necessità, come su una impegnativa salita, ma anche per il piacere di ritrovare il contatto con il suolo.

error: Content is protected !!